CODICI ERRORI

Errore 203: isolamento FV basso

La resistenza dei pannelli solari verso terra è troppo bassa. Questa resistenza deve essere almeno 1MOhm. È possibile che il cablaggio dei pannelli solari sia danneggiato o che vi siano problemi di umidità con uno o più connettori MC4 nelle stringhe.

Controllare che tutti i connettori MC4 siano sicuri e non danneggiati. Inoltre, i connettori non devono essere umidi o in una pozza d’acqua.

Controllare anche se il cablaggio da/per/tra i pannelli solari è ancora in buone condizioni.

Se tutto quanto sopra è corretto, è possibile contattare il fornitore dell’inverter.

Errore 300: Fuori Range

La tensione CA è al di fuori dell’intervallo consentito. Controllare se la tensione di rete è troppo alta (>253V) o troppo bassa (<207V).
Se la tensione di rete è troppo alta, le informazioni nel blog qui sotto potrebbero essere interessanti: Risoluzione problematiche di rete
Risoluzione problematiche di rete

Errore 405: guasto del relè

Uno o più relè interni non funzionano correttamente. Contattare il fornitore dell’inverter per richiedere riparazioni.

Errore 409: tensione bus anomala

La tensione del bus interno dell’inverter non rientra nelle specifiche. Controllare se i pannelli solari sono collegati correttamente (più e meno corretti?) e che le tensioni delle stringhe rientrano nelle specifiche dell’inverter, anche a basse temperature.

Se quanto sopra è stato controllato e corretto, contattare il fornitore dell’inverter.

Errore 411: errore di comunicazione

Il messaggio 411 indica un errore nella comunicazione tra diversi moduli interni. In generale, questo messaggio è causato da una tensione FV assente/insufficiente o da un problema con il firmware dell’inverter.

Controllare innanzitutto se la polarità della tensione della stringa è corretta.

Per escludere problemi con i pannelli è possibile verificare quanto segue:

1.) Spegnere completamente l’inverter disattivando sia la corrente continua che quella alternata.

2.) Attendere qualche secondo fino allo spegnimento completo dell’inverter, quindi riaccendere solo l’interruttore DC.

  • Se l’inverter non si accende utilizzando la sola tensione del pannello probabilmente ci sarà un problema nell’installazione stessa. Per prima cosa controlla la tensione e la polarità sulle stringhe stesse. Se la tensione/polarità è corretta, oppure l’inverter ha indicato 411(02), si può proseguire con il punto 3.
  • Se l’inverter si accende solo con la tensione del pannello, provare a portare il sistema online per un aggiornamento del firmware. Se necessario, l’aggiornamento può essere eseguito localmente con una chiavetta USB. Chiedici i file per questo.

3.) Se l’inverter presenta un errore 411(02) viene eseguito un test aggiuntivo. Per fare ciò, spegnere nuovamente completamente l’inverter e attendere alcuni secondi fino allo spegnimento completo dell’inverter.

  • Ora accendi prima l’interruttore CA e attendi un minuto
  • Riaccendere l’interruttore CC.

Questi passaggi possono aiutare a captare il segnale.

Se i passaggi precedenti non aiutano, contattare il fornitore dell’inverter. Se l’inverter è online puoi comunque provare a risolvere il problema con un aggiornamento del firmware. Tuttavia, ci sono buone probabilità che ciò non risolva il problema.

Risoluzione problematiche di rete

Molto spesso, soprattutto nel periodo estivo, alcuni possessori di impianti fotovoltaici si imbattono in buchi di produzione anomali del proprio inverter fotovoltaico. Questi buchi di produzione sono dovuti all’innalzamento del valore di tensione di rete AC oltre il valore massimo consentito dalla normativa vigente (CEI 0-21 impianti in BT). Questo fenomeno non è però dovuto ai generatori di corrente(inverter), in quanto, non essendo generatori di tensione, non sono in grado di modificare i valori di rete, ma a problematiche della rete stessa.

Perché ciò accade e cosa puoi fare al riguardo?

Ciò dipende dal fatto che “la rete è piena”, Se nel tuo quartiere sono stati installati molti pannelli solari e il tempo è bello, viene generata così tanta energia che non può più essere facilmente trasportata dai cavi e dai trasformatori del tuo quartiere. Sulla rete elettrica si verificano ingorghi. Ciò aumenta la tensione di rete e crea in caso di bel tempo problemi di impedenza. Se la tensione di rete sull’inverter raggiunge 253 V (230 V + 10%), deve disconnettersi dalla rete secondo il codice di rete. Questo meccanismo garantisce che la tensione di rete non possa aumentare così tanto da danneggiare le apparecchiature domestiche.

Cosa puoi fare affinché il tuo inverter possa continuare a generare energia anche quando il tempo è bello? Ci sono diverse possibilità.

Assicurati di avere un dimensionamento corretto del cavo AC

Limitare la potenza restituita utilizzando un contatore kWh

Per ottenere un corretto dimensionamento della linea fra inverter e contatore è necessario tener conto della potenza dell’inverter e della lunghezza della linea stessa, limitando le perdite all’1%(2V), evitando così il famigerato “collo di bottiglia” che viene causato da una impedenza di rete elevata, dovuta ad una linea sottodimensionata. Per verificare una problematica di impedenza occorre, in condizioni di buon irraggiamento solare effettuare le seguenti misurazioni: – Misurare il valore di tensione in uscita dall’inverter – Misurare il valore di tensione al contatore. Nota: Nel caso sia attiva sull’impianto la funzione “Export Limitation” fare il test dopo aver acceso un carico di utenza con un assorbimento pari al valore di produzione istantaneo dell’inverter. Se riscontriamo un valore discordante, fuori dal range di 1%, la problematica è dovuta ad un errato dimensionamento del cavo in AC fra inverter e contatore. Di conseguenza per risolvere la problematica, occorre intervenire sulla linea stessa, mettendo un cavo della giusta dimensione che andrà ad impedire il fenomeno del “collo di bottiglia”.

Gli inverter Growatt possono limitare la potenza immessa in rete utilizzando uno smart meter. Questa funzione è chiamata “ limitazione esportazione ”

Limitando la potenza restituita, riduci la caduta di tensione sui cavi AC della tua casa. Sebbene generi meno energia di quella che i tuoi pannelli solari potrebbero fornire, almeno il tuo inverter non si spegnerà completamente. Se hai installato anche le batterie, puoi caricare le batterie con l’energia in eccesso, vedi il punto successivo.

Usa le batterie per ridurre la tua dipendenza dalla rete elettrica

L’installazione di un numero sufficiente di batterie in combinazione con una strategia di ricarica intelligente garantisce che sia quasi sempre possibile generare energia solare.

Collega il tuo inverter monofase a un’altra fase se disponi di una connessione principale trifase

Nel caso in cui si disponga di una connessione principale trifase e di un inverter monofase, potrebbe essere utile collegare l’inverter a una fase diversa. È possibile che relativamente molti impianti solari nel tuo quartiere siano collegati a una determinata fase. Di conseguenza, quella fase ha una tensione maggiore rispetto alle altre fasi. Nella foto sotto, la fase 2 ha una tensione di 6-7V maggiore rispetto alle altre due fasi per gran parte della giornata. La tensione della fase 2 è così elevata che occasionalmente supera i 253 V. Gli inverter che utilizzano la fase 2 devono disconnettersi dalla rete in tali orari.

Scegliendo una fase con una tensione inferiore, puoi continuare a fornire elettricità con un inverter monofase, anche con il bel tempo. Un inverter trifase, invece, soffre dell’alta tensione sulla fase 2. Se la tensione su una delle fasi è troppo alta, l’inverter si disconnette dalla rete elettrica.

Chiedere al gestore della rete se può ridurre la tensione distrettuale

Se i punti precedenti non sono d’aiuto, l’ultima opzione è chiedere al gestore della rete se può ridurre la tensione . A volte è possibile apportare modifiche al trasformatore.